Ho scritto questa lettera aperta al Ministro Passera in occasione della giornata nazionale dell'innovazione , il 12 giugno... mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli amici di Officine...

http://www.businessradar.it/blog/2012/06/09/lettera-di-un-innovator...

http://www.youtube.com/watch?v=AJBUu8tRdIg

Caro Ministro, ho seguito l’open day nella campagna veneta, la sua attenta presenza con tanti giovani e meno giovani entusiasti. Pero’ la vita per gli imprenditori innovativi di questo paese non è sempre cosi’ idilliaca . Anzi non lo è quasi mai.
Ma un ministro che prende appunti, ascolta, chiede, mi fa sperare e per questo Le scrivo questa lettera aperta .
Caro Ministro, fino a quando lo Stato Italiano non pagherà i suoi debiti con le aziende , fino a quando le banche invece di dare liquidità la prosciugano, fino a quando la PA si muove come se il tempo non esistesse, fino ad allora qualunque intervento a favore dell’innovazione in Italia sarà totalmente inutile, anzi dannoso.
Veda per esempio i recenti decreti per pagare i debiti della PA alle aziende. Uno Stato civile rispetta i suoi cittadini , non impone nuova burocrazia per pagare i debiti o compensarli. E mi dispiace che il governo faccia vanto di questa pratica. Il suo governo ha ammesso che dei 258 milioni dati dalla BCE alle banche all’1% neanche un cent è andato alle aziende, tanto meno alle aziende che innovano. Una Banca ha revocato il credito alla mia società perché un Ministero non ha ancora pagato i debiti dovuti dal 2008 .
Fino a quando permane questo contesto di CONSERVAZIONE burocratico/bancaria che crea problemi alle imprese che lavorano, che senso ha parlare di innovazione, di venture capital, di crescita? Esiste una concreta innovazione che il governo può fare a costo zero: fare rispettare i termini dei decreti, dei contratti e degli impegni delle pubbliche amministrazioni, e imporre la responsabilità alle persone che sono pagate per dare servizio a chi innova e intraprende .
Per i suoi appunti segnalo:
1) Capire che l’ innovazione è una necessità per TUTTE le aziende e non solo per le startup innovative.
2) Smettere di fare annunci illusori: le aziende non basta che non le pagate non potete continuare a illuderle e prenderle in giro. Ogni misura annunciata finora, dopo il passaggio per burocrazia, banche, confidi e fondi di garanzia, si è rivelata praticamente inattuabile .
3) L’innovazione la fanno le aziende innovative e gli interventi devono favorire le aziende e NON altri soggetti intermediari. Le banche: basterebbe che facessero le banche.
4) Per attrarre investimenti sulle aziende innovative (e non solo nelle startup perche’ silicon valley ce ne è una, e non è in Italia) sono sufficienti:
- credito fiscale per l’innovazione nelle piccole imprese
- fondi per l’innovazione nelle piccole imprese con vantaggi fiscali per chi vi investe
- misure agili di microcredito per l’innovazione
5) Pagare i debiti di stato ed enti. Non ci sono soldi? si usano i titoli di stato , che rendono e hanno valore, non cervellotiche certificazioni che costano tempo ,lavoro e interessi e non valgono niente.
6) Premiare i meriti e attribuire responsabilità personale agli impiegati che non rispettano i tempi, sfuggono ogni responsabilità, falliscono gli obiettivi.
7) Valorizzare chi nella PA usa in modo intelligente le poche risorse disponibili e dimostra risultati superiori ai costi. Non serve la brutta copia di modelli esteri: come a suo tempo il modello IG Imprenditorialità Giovanile diede vita a migliaia di nuove imprese e fu replicato in tutto il mondo, cosi oggi il format Italia degli Innovatori si è rivelato un formidabile strumento che spiana la strada agli italiani sui mercati emergenti.
Non è mia intenzione fare polemiche . Penso che ognuno in questo paese deva fare la propria parte individuando i problemi e prospettando soluzioni, e il mio è solo un modestissimo contributo. Signor Ministro Lei può fare molto : buon lavoro da un imprenditore che fa innovazione da 27 anni e che vorrebbe avere una ragione per continuare a vivere , lavorare e creare lavoro in questo paese… Giuseppe Vargiu – Stelnet.com

Visualizzazioni: 151

Contribuisci alla discussione

Risposte a questa discussione

Condivido tutto, e penso che come me molti altri lo faranno.
Anche il Governo lo farà, ne sono certo, ma solo a parole.
Aggiungo solo una lamentela. Smettetela con la campagna mediatica sulla caccia all'evasore per dimostrare che l'italiano medio è un disonesto da perseguire e giustificare la politica di aumento del carico fiscale.

Claudio.

L'Italia che corre

Riporto  l'intervento di DAvide Giacalone alla Giornata Nazionale dell'Innovazione.   c'e' una Italia che corre, e sono gli innovatori, e c'e' una Italia che frena , e sono i parassiti nemici delle aziende , nemici di chi lavora veramente e di chi innova....

Rispondi alla discussione

RSS

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora