Buongiorno a tutti,

apro qua una discussione: non certo per noi operatori del settore che sappiamo al primo sguardo come il lavoro "un tot al kilo" sia terribile e poco professionale!

Forse qualche povera sventurata piccola azienda si salverà dall'invasione di siti di pessima qualità e fatti tutti con lo "stampino"...magari leggendo recensioni sul web.

Che i commerciali di Pagine Gialle (forti di un nome importante quando il cartaceo aveva senso) abbiano fatto un gran lavoro capillare è indubbio; per come lo abbiano gestito non sta a me giudicare.

Non grido allo scandalo neanche per l'uso di un CMS...personalmente preferisco i siti personalizzati completamente, ma nella loro semplicità i CMS hanno i loro punti di forza: veloci, facili, non richiedono praticamente programmazione...Ma anche uno strumento del genere richiede professionalità di un certo tipo se lo si vuole utilizzare in certe realtà.

Esistono esempi di siti assolutamente DIGNITOSI realizzati con i CMS più noti.

 

Pagine Gialle chiede un CANONE ANNUALE che varia dai 499 euro (offertissima!!!) ai 700-900 e oltre (anche diversi svariati euro) per realizzare un sito che probabilmente gli richiede un paio d'ore di un ragazzino, ma che propongono come realizzato da equipe di esperti...e con indicizzazione su Google.

Non voglio entrare in disquisizioni tecniche...ma quante volte se lo ripagano questo sito? 

E poi, anche se un'azienda un sito lo ha già, cercano di rifilarne un altro su altro dominio con nome assurdo e lunghissimo di solito che è al limite del ridicolo; signori di sito ne basta uno! Se poi è "fatto bene" (leggasi ottimizzato in termini di grafica e programmazione e testi) può diventare un indiscutibile ottimo investimento!

 

Ma che razza di biglietto da visita esclusivo sarà mai se altre centinaia di realtà lo hanno IDENTICO!

Complimenti per il servizio al cliente!!!

 

Elisabetta

 

 

Visualizzazioni: 4408

Allegati:

Contribuisci alla discussione

Risposte a questa discussione

le pagine gialle hanno fatto un operazione truffa facendosi aiutare da google ...purtroppo è una mancanza di conoscenza del settore che spinge le piccole imprese a farsi "fregare"...molte imprese non hanno capito che anche un sito internet statico da chissà quanti migliai di euro ormai è morto...i social l'hanno spazzato via ...o almeno  se una concezione web non è dinamica non ha influenza sul marketing è un semplice biglietto da visita. Il costo poi è veramente sproporzionato ...se uno è un po' sveglio e sun biglietto da visita può farlo anche da solo a casa in due o tre ore  scaricando programmi gratuiti come worpress :-) ... e facendo cose molto più carine :-)

Come non concordare con quanto dite!

Un imprenditore che mette anima e corpo nella sua azienda, che ci lavora anche di notte, che cerca nuove occasioni per farla crescere o solo vivere DEVE ASSOLUTAMENTE CONSIDERARE LA SUA ATTIVITA' UNICA.
Allora perchè fa un sito identico a quello di un altro, non ci mette attenzione in quello che dice, non vuole qualcosa di speciale? Non solo pagine gialle, ma molti portali dove il sito te lo fai tu, diffondono la cultura del "fatto a poco prezzo", ma non la cultura del comunicare. È un peccato per quelle aziende che scelgono questa strada!


Approfondisco una frase di Laura: magari sbaglio, ma io un sito statico lo considero un po' la mia brochure. Ovvero, non mi aspetto accessi che non arriveranno, ma ho un luogo sempre accessibile da chi ha bisogno di verificare quello che io faccio. Inoltre lo si aggiorna con i nuovi lavori e quindi si possono dare maggiori informazioni.
Ma io non tratto l'argomento per cui potrei essere giurassica nelle mie considerazioni.

Silvia, sei corretta e esaustiva, invece. Altro che giurassica!

 

Il problema del "prefatto" o "fatto da chiunque per chiunque" è il problema basilare nel nostro settore; anche per il pricing è fondamentalmente, poiché svia continuamente l'attenzione del potenziale cliente dalla bontà di quanto gli proponi.

 

La fatica è enorme ma spero che sarà ripagata con un cambio di tendenza verso la ricerca delle professionalità specifiche.

 

Dobbiamo essere positivi e creativi anche nell'attesa che tutti possano INNOVEDERE come noi.

sì silvia è vero ..un sito statico è quello che tu dici  assolutamente ... effettivamente capisco che  una scelta tra statico e dinamico dipenda da più fattori ...cosa fai...se può esserti utile il web marketing o meno...ed anche quanto tempo hai a disposizione le risorse... il concetto vero è che le imprese sono divise in due gruppi ..e non è sempre questione di dimensioni o disponibilità economica... persone informate su come sta cambiando la comunicazione e persone non informate purtroppo ...del resto capisco che uno non possa essere un tuttologo ...così come ci si affida ad un commercialista per farsi fare il bilancio ci vorrebbe ala cultura almeno di affidarsi a un media manager per qualche dritta ...devo dire poi che la colpa è anche un po' di alcuni webmaster che hanno giocato molto negli anni d'oro sul guadagno e poco sulla consulenza ...forse è un mio pensiero ma di amici cui sono state raccontate un po' di frignacce ne ho ..del resto un imprenditore specie se è piccolo deve pensare a mandare avanti l'impresa con tutti (scusate il termine ma ci sta ) i casini che questo significa :-)

concordo con te Elisabetta , io non sono un operatore del settore ma da piccolo imprenditore di me stesso investirei in un sito che sabbia dare al mio messaggio una vesta che non sia fatta quasi come un copia e incolla ma un minimo di attrattiva ci vuole anche se poi quello che conta e'il messaggio , ma anche la grafica ha la sua importanza!!

buona giornata!

Fabrizio

CCCondivido pienamente Elisabetta purtobbo io ho avuto con lamia societa' un esperienza davvero pessima con pagine gialle volevo mettere in guardia altre opersone che come me si sono fidate dei venditori poco professionali e di tutto cio che le sta intorno

Ringrazio tutti del feedback!

 

Concordo con Laura e Silvia sul fatto che un sito statico è decisamente obsoleto ormai per chi punta sul web e concordo sulla cattiva "educazione"che c'è su quanto riguarda la professionalità di creare un sito: mentre nella cultura è normale per un'azienda anche piccola avere il "professionista" per quanto concerne conti e bilanci (commercialista), avvocato per consulenze di altro tipo ecc...non si capisce perchè il sito viene ridotto a una banalità da farsi fare "dall'amico del figlio che è bravissimo", dal tipo sotto casa che ha negozietto di riparazione che fa siti internet (...no comment) o dal venditore che passa a spacciare come professionalità ed esclusività la produzione in catena di montaggio di siti fatti a stampino!

 

Quello che posso dare come consiglio (e che tutti farebbero in altri settori): CHIEDETE a più realtà ed informatevi personalmente.

Buon lavoro a tutti!

Bravissima Elisabetta hai indovinato la discussione...

Noi che operiamo nel settore web siamo tagliati fuori da questi servizi perchè Pagine Gialle sono scelti molto spesso dai clienti SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per il nome che hanno... e la gente risponde: si ma se metto il mio nome su google sono il primo!!!! 

No comment!

Oltre al fatto che, come avete giustamente sottolineato voi, oltre ad essere tutti uguali sono siti statici!!! 

Spero che questa discussione apra gli occhi a più persone possibili  e che possano guardarsi intorno prima di scegliere Pagine Gialle... 

Noi per esempio ci siamo... A Torino!!! :)

Allegati:

Ciao Elisabetta, sono nuovo di Officine, ma ho visto che gli altri danno del tu e quindi mi adeguo :)

L'argomento mi tange direttamente, in quanto proprio per risolvere i problemi da te posti, con la mia azienda, la TREIS, abbiamo in questi giorni partorito (rilasciato in final beta), il progetto SettegiorniWeb "sul web in sette giorni".

Un progetto che ci è costato tanti sacrifici ma che sta già cominciando a darci delle soddisfazioni.

L'incipit che ci ha spinto a realizzarlo è che le aziende oggi sul web hanno bisogno di soluzioni professionali e personalizzabili ma a costi contenuti.

La nostra esperienza proviene da attività svolte con aziende primarie nella comunicazione su internet (vedi il gruppo RCS), per le quali abbiamo fatto e disfatto portali a mai finire.

Ebbene, quello che abbiamo compreso è che una piccola azienda ha esigenze abbastanza simili, solo che ha budget differenti. Deve comunicare i contenuti di business, attivare discussioni, gestire blog, vendere on line. Il tutto possibilmente con la massima autonomia operativa. Ma se ha bisogno di personalizzare la soluzione, deve avere supporto a costi sostenibili. Questo è SettegiorniWeb.

Un saluto a tutti.

Grazie Alessandro e grazie Filippo (si qua le formalità del "lei" non esistono ;)) per le vostre opinioni!

 

@Alessandro:

conosco anche altre realtà ahimè di web agency che "garantiscono" con campagne google la prima posizione in prima pagina O_O....no comment! Non lo garantisce neanche google che l'ha inventato sfido io a riuscirci...

 

@Filippo:

intanto benvenuto su Officine! Direi che con la tua realizzazione hai creato un ottimo sostegno semplice ed efficace alla presenza sul web. Ormai i siti vetrina sono obsoleti, vanno resi vivi e dinamici nei contenuti.

 

Per noi è essenziale far capire alle aziende che la vendita online oggi è l'opportunità più preziosa che il web offre; infatti abbiamo una figura dedicata solo a questo: un Web Seller che come si suol dire "venderebbe online anche il ghiaccio agli eschimesi" ;) e partiamo prima da quello così il cliente ha un riscontro reale e tangibile.

 

Buon lavoro a tutti!

 

Elisabetta,

riparto a bomba: noi abbiamo scelto di non realizziamo siti low-cost per vendere i siti fatti con lo stampino - la tua definizione è ottima -  e poi, magari, bastonare economicamente quei pochi che apprezzano il "fatto su misura".

Per portar avanti questa politica onesta e trasparente bisogna investire molto tempo ed energie nella fase commerciale di vendita.

E poi ci vuol anche pazienza; si, la pazienza di aspettare il ritorno dei clienti insoddisfatti dei "modello paginegialle".

Anch'io suggerisco ai potenziali clienti di informarsi ed approfondire l'argomento prima di scegliere la società a cui affidare la propria immagine... 

A volte non scelgono noi ma evitano di lasciarsi abbindolare dal venditore di PagineGialle di turno.


Questo è già un risultato!

 

buon lavoro a tutti.

Buongiorno

chiedo a voi esperti di giudicare oroinvestitalia.it che mi è costato la bellezza di 14.000 euro iva esclusa.

Non vi sembra un po troppo esagerato e fuori da ogni senso comune del pudore approfittare in questo lercio modo di chi poco esperto e con la necessità di essere visibile per nuovi prodotti ?

Rispondi alla discussione

RSS

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora