Tenacia e fantasia: ecco le storie di chi ha sconfitto la crisi

Avvenire - 29 dicembre 2012

Col gioco di squadra le aziende vincono
È una «famiglia di imprese», il Distretto Sicurezza Alta Lombardia. Qui ciascuno ha il suo compito: chi vende dispositivi di protezione, chi interviene sulle coperture degli impianti, chi offre consulenze ambientali. Un gioco di squadra per garantire alle aziende un «pacchetto completo» di servizi, grazie anche a un centro medico polispecialistico e uno studio legale. Oltre a una iniziativa per la formazione dei giovani.

Il progetto nasce dal «Matching» 2011, fiera organizzata a Milano dalla Compagnia delle opere. È lì che alcune realtà del settore, mantenendo ciascuna la propria identità, decidono di sostenersi a vicenda. Uno studio della Cdo conferma la bontà della loro intuizione: vale la pena di unire le forze.
«Siamo partiti da quattro aziende – spiega Simona Frigerio, coordinatrice del Distretto Sicurezza Alta Lombardia –. Ora siamo in quattordici, delle province di Como, Lecco, Monza-Brianza e Sondrio». Dietro i numeri, un esempio di come – nonostante le tempeste della crisi economica – si possa restare a galla grazie alla collaborazione. «Stare insieme vuol dire migliorare l’efficienza delle aziende – riprende Frigerio –. Mettiamo in comune le nostre competenze».
Tradotto: se una impresa ha bisogno di corsi di formazione per i propri lavoratori in tema di sicurezza e deve anche comprare imbragature, può rivolgersi ad un solo soggetto, che smista poi i compiti ai vari associati. «Abbiamo avuto un aumento di visibilità – riprende la referente del Distretto – e un maggiore successo commerciale». Certo, bisogna sempre fare i conti con la crisi: se l’edilizia è bloccata e gli operai non lavorano, chi si occupa della loro sicurezza rischia di fermarsi. «Il Distretto è più un progetto a medio-lungo termine, ma ha già portato buoni frutti. – risponde Frigerio –. E vogliamo proseguire su questa strada: nel 2013 speriamo di crescere ancora e raggiungere le 20 imprese, magari coinvolgendo anche realtà non solo lombarde e impegnate in altri settori, come quello dell’analisi acustica».
Della rete di società fa parte anche una realtà del non profit, la «Cometa formazione». L’obiettivo è rendere gli studenti protagonisti di un percorso in cui si affronta il tema da più punti di vista: operaio, medico e datore di lavoro, anche attraverso visite alle aziende. L’imperativo è partire dai giovani, perché saranno loro a garantire la sicurezza delle imprese di domani.
Lorenzo Galliani

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora