Informazioni

Reti di Imprese

Collaborazioni/contratti di rete: un gruppo per conoscere gli strumenti giuridici e organizzativi per crescere in competitività attraverso le Reti

Sito web: http://www.studioimpresanet.it
Membri: 182
Attività più recente: 18 Mag 2014

RETI DI IMPRESE

GRUPPO GESTITO DA CASTAGNETTI LUCA DI STUDIO IMPRESA

Per contattarmi:  luca.castagnetti@studioimpresanet.it

 

UNA INTERVITA DI PREESENTAZIONE:

http://www.openupbycassiopea.com/video-scheda.asp?id=65

 

"In un periodo di rinnovate preoccupazioni per la crescita del nostro sistema economico italiano ritengo che il tema delle RETI sia di fondamentale importanza. Non è un problema di dimensionamento delle nostre imprese. Il vero problema è che oggi la sfida dei mercati è più ardua, più dura, più complessa.  Insieme la si può affrontare meglio. I contratti di rete possono essere un valido strumento". (Luca Castagnetti -  STUDIO IMPRESA)

"Dobbiamo passare dai convegni al lavoro vero. La rete ci deve aiutare a modificare il nostro sistema di lavoro, ad arricchire il nostri prodotti e le nostre tecnologie con altre tecnologi, con servizi, con il mondo della ricerca e in particolare con il mondo della finanza". (Alberto Zerbinato  - Rete ENERGY4LIFE)

 

Il gruppo RETI DI IMPRESE vuole diventare il luogo dove proporre iniziative di rete, dove trovare partner interessati, dove scoprire opportunità e possibilità offerte dalle diverse forme di aggregazioni tra le imprese: dai tradizionali consorzi ai nuovi CONTRATTI di RETE.

 

                                                      HAI UNA RETE DA PROPORRE?

                               CERCHI PARTNER PER COMPLETARE LA TUA PROPOSTA DI RETE?

                               HAI BISOGNO DI ASSISTENZA PER IL TUO CONTRATTO DI RETE?

                                                     CHIEDI DI ENTRARE NEL GRUPPO

Forum

Lancio del progetto "My Net Works! la mia Rete funziona"

Iniziata da luca castagnetti 18 Mag 2014. 0 Risposte

La creazione di una Rete di Impresa è un processo tanto affascinante quanto complesso. Tutti gli imprenditori conoscono le difficoltà che spesso si registrano nella condivisione di progetti con altri…Continua

CIRCUITO DI MONETA COMPLEMENTARE NEL LAZIO - TIBEX.net

Iniziata da ROBERTO GABARDI 4 Gen 2014. 0 Risposte

Un saluto agli amici del gruppo è partitoTibex.net, questo sarà il circuito di Credito commerciale e moneta complementare tra le aziende del Lazio. Che risponderà alla seguente domanda ...…Continua

Tag: credito, commerciale, circuito, complentare, lazio

Evento di Presentazione: "ComoNExT: LA CASA IDEALE PER L’AZIENDA, IN UN NETWORK IN COSTANTE ESPANSIONE"

Iniziata da Corrado Frey 11 Apr 2013. 0 Risposte

In occasione del nostro terzo anniversario, e in vista dell´imminente avvio dei lavori per la ristrutturazione del secondo lotto…Continua

Tag: laboratori, spazi, tecnologie, ricerca, innovazione

PUNTO DELLA SITUAZIONE SULLE RETI. Il giornalista Stefano Tenedini di OPENUP intervista Luca Castagnetti

Iniziata da luca castagnetti 25 Feb 2013. 0 Risposte

Le aziende più brillanti hanno sempre fatto squadra per conquistare i mercati. Ma oggi a moltiplicarne le energie è arrivato il modello delle reti di imprese: ci riporterà al successo?Mettono insieme…Continua

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di Reti di Imprese per aggiungere commenti!

Commento da luca castagnetti su 1 Settembre 2012 a 0:40

Caro Stefano

sono curioso di vedere cosa viene fuori di buono per le reti e per le attività di e-commerce. Sono però anche abituato a vedere una bella differenza tra gli interventi annunciati e i titoli dei giornali e la realtà delle singole novità legislative. La realtà è che non ci sono risorse da dedicare a nulla. L'unica vera risorsa siamo noi, ciascuno di noi, la sua creatività, la sua voglia. Dobbiamo insistere anche se ora non sembrano esserci risultati. Stasera un amico è venuto a trovarmi a cena. Fa uno splendido vino in Argentina: lui viene dalla Valpolicella! in una sua brochure che racconta della sua avventura in Argentina che riportato una frase di Leonardo da Vinci. Ve la propongo a tutti perchè dice della costanza che serve anche quando non si vedono i risultati all'inizion di una nuova opera! Ringrazio Alessandro Speri per avermi raccontato di lui questa sera e per avermi donato un bell'esempio di cose significa costruire.

 

Leonardo Da Vinci:

 

La pietra, essendo battuta dall’acciarolo del foco, forte si maravigliò, e con rigida voce disse a quello:” Che presunzio ti move a darmi fatica? Non mi dare affanno, che tu m’hai colto in iscambio. Io non dispiacei mai a nessuno”.Al quale l’acciarolo rispose:” Se sarai paziente, vedrai che maraviglioso frutto uscirà di te”. Alle quale parole la pietra, datosi pace, con pazienza stette forte al martire, e vide di sé nascere il maraviglioso foco, il quale, colla sua virtù operava in infinite cose.Detta per quelli i quali spaventano ne’ prencipi delli studi, e poi che a loro medesimi si dispongano potere comandare, e dare con pazienza opera continua a essi studi, di quelli si vede resultare cose di maravigliose dimostrazioni.

Commento da Stefano Santoni su 31 Agosto 2012 a 11:07

Il piano per la crescita elaborato dal governo prevede "Priorità ai programmi di internazionalizzazione anche mediante e-commerce sul fronte delle agevolazioni fiscali per i contratti di rete."

Ci sono informazioni più dettagliate su cosa in concreto prevederanno le nuove misure?

 

Commento da Stefano Benetti su 25 Luglio 2012 a 17:38

…. A proposito di FARE!

 

Certo che il momento a tutto ci invita meno che ad intraprendere, e la tentazione di stare alla finestra ed aspettare che la bufera passi è forte (… e tipicamente italiana).

Ma questa NON è una semplice  “bufera”, questa non “passerà” e niente poi sarà più come prima.

Se supereremo quindi l’attuale e distruttiva fase di belligerante caos finanziario il processo continuerà, ed il mondo proseguirà nel suo processo di trasformazione post-tutto (come ciò che di assurdo e non sostenibile NOI, soprattutto occidentali, ci siamo inventati).

Per questo credo che progettare ed agire non sia vano, perché tutto ciò che sta per accadere non nascerà solo da negazione e rifiuto, nascerà anche da ciò che di “nuovo” siamo in grado di proporre.

Ma veniamo al dunque!

In un paio di occasioni ho scritto riguardo quello che ritengo sia uno “strumento” utile, se non a volte indispensabile, per togliere argomenti alla resistenza fisiologica verso l’aggregazione in Rete.

L’avevo chiamato (forse impropriamente) “Una Rete per le Reti”.

Pensavo in questo modo di attirare l’attenzione e stimolare i molti professionisti (spesso senior e “disponibili”) ad una reazione interessata, ma purtroppo silenzio quasi totale.

Cercherò ora di essere più chiaro e specifico, lanciando un concreta e seria proposta:

 

Tema: Costituzione di un’aggregazione (Rete o quant’altro la giurisprudenza attuale ci permetta d’utilizzare) di Manager/Professionisti al servizio delle costituende Reti di Imprese.

 

Scopo: Mettere a disposizione delle Rete stesse quelle risorse professionali (non disponibili), che permettano di realizzare lo sviluppo innovativo insito nel progetto.

 

Attività: Supporto OPERATIVO tipo Interim/Progettuale nei vari ambiti di competenza (Commerciale,Tecnico-Produttivo etc.).

 

Modalità: La collaborazione si svilupperà con le modalità ed i tempi necessari per portare la rete ad un sufficiente consolidamento, permettendole quindi di poter (poi) attrarre e sostenere una propria struttura interna, e/o evolversi in forme più “evolute”.

 

Costo: E’ indispensabile che il costo di questo intervento non superi il livello di un normale salario “medio”, ciò è realizzabile innanzitutto con una politica di auto-contenimento del costo/prestazione e sollecitando (con insistenza+moralsuasion)  forme di contribuzione/finanziamento da parte di Stato ed Enti locali.  

 

Penso inoltre che questa progettualità debba operare a livello regionale, per facilitare efficienza e reattività, quindi immagino un network di “Reti per le Reti” (se me lo passate) che sia di fatto presente in tutto il paese.

 

Questo è quanto, semplice (è una bozza da elaborare) ma spero chiaro, e ora tocca a voi …. a proposito di FARE!

 

PS Questo stesso commento è stato inserito in Linkedin, nel mio gruppo  Reti di Imprese PMI (AssoretePMI)

Commento da Chiara Terraneo su 20 Giugno 2012 a 14:52

Ai numerosi aderenti a questo Gruppo, segnalo che Luca Castagnetti  - moderatore del Gruppo  - modererà il tavolo di lavoro sul tema delle Reti di Impresa nel corso dell'evento CLUB del prossimo 4 luglio.

Un'occasione preziosa per incontrarlo, fare domande, proporre la propria esperienza e chiedere consigli sullo strumento del "contratto di rete".

 

Seguendo il link, programma della giornata e modalità di iscrizionehttp://www.officineinnovazione.it/events/grande-evento-club-officin...

Commento da Jury Bonasia su 27 Aprile 2012 a 13:26

Ciao Chiara non voglio sminuire il fatto che si stia parlando cosi tanto di questo "nuovo" strumento ma le reti, in quanto strumento di aggregazione aziendale, sono sempre esistite pensa ai consorzi, agli ati, ai franchising; questi esempi sono tutte forme di rete di impresa solamente che oggi hanno formalizzato hanno aggiunto un altra forma "giuridica" attraverso cui le imprese possono crescere.

 

Ciao

 

Juri

Commento da Chiara Terraneo su 26 Aprile 2012 a 11:33

Segnalo un bell'articolo sul Corriere della Sera di oggi sul tema delle reti di impresa, con tanti esempi tratti dagli oltre 300 contratti di rete già costituiti!

Esempi di reti verticali (ad esempio quella stipulata da Esaote con i suoi fornitori) e orizzontali, come quella tra i fornitori di Gucci o le aziende di meccanica del lecchese.

E' bello che si inizi a parlare anche in modo divulgativo di questo strumento!

http://www.corriere.it/economia/12_aprile_26/la-reazione-dei-piccol...

Commento da GLAUCO CASAGRANDE su 19 Aprile 2012 a 19:07

Salve a tutti, sono pochi giorni che sono iscritto su questo portale e devo dire che è molto interessante per la collaborazione e scambio di opinioni tra imprese.

La società che rappresento stà cercando collaborazioni nelle regioni del centro nord per creare una rete o collaborazioni per la partecipazione agli appalti pubblici nel settore edilizio.

Siamo distonibili a mettere a disposizione le nostre iscrizioni SOA OG1_OG2_OG11 per partecipare insieme ad altre imprese alle varie gare compese quelle con offerta economicamente più vantaggiosa con progettazione.

Chi fosse interessato ad avere collaborazioni con la nostra impresa può inviarci una email

Un saluto a tutti e buon lavoro

Commento da Luca Ghisleni su 7 Aprile 2012 a 10:01

Luca buongiorno. Da più di un anno in seno alla Cdo di appartenenza stiamo sviluppando l'idea di una rete di aziende legate al mondo dell'edilizia che coprano più o meno tutti i ruoli principali coinvolti nella realizzazione di un edificio. Dall'idea iniziale abbastanza fumosa, abbiamo già fatto molta strada e adesso stiamo per diventare operativi su alcune proposte concrete. L'idea di fondo sarebbe quella di dare un nome e un marchio a questa "aggregazione" il cui unico scopo sarebbe quello di far conoscere la filiera e soprattutto i suoi contenuti di qualità, mentre per le singole operazioni immobiliari si pensava di usare un secondo livello più operativo, costituendo di volta in volta delle altre aggregazioni (ATI, consorzi o altro) tra gli interessati (non necessariamente tutti i componenti della filiera) per la realizzazione pratica della singola operazione. Inizialmente ho pensato subito che la rete fosse lo strumento migliore per costituire il primo livello, quello non operativo, ma in tal senso siamo stati sconsigliati dal legale che ci supporta. Onestamente la sensazione che ho avuto è stata che questa "negatività" fosse dovuta più ad ignoranza dell'argomento che ad una corretta analisi, ma gradirei il tuo parere in proposito.

Grazie in anticipo

Luca

Commento da Stefano Benetti su 16 Marzo 2012 a 11:31

Quale “nuova entry” sono stato invitato a condividere le motivazioni e le esperienze che mi hanno portato a entrare nel vostro gruppo, facendone magari uno spunto per ulteriori comuni elaborazioni.

Riguardo al mio background, posso dire che da sempre ho dedicato il mio tempo ai mercati esteri e ad aziende che, in quella direzione, desideravano muoversi e crescere (vedi anche il mio profilo+allegato disponibile nel nostro sito). Da diversi anni osservo che il nostro sistema produttivo manifesta segnali di fatica ed inadeguatezza, soprattutto tra micro e piccole imprese le quali, in una realtà sempre più complessa e che richiede notevoli risorse e massa critica (spesso non disponibili), dovrebbero saper superare vecchie convinzioni … e presunzioni rielaborando ruoli e strategie. Questa certezza si è ultimamente rafforzata alla luce dei recenti e problematici mutamenti socio-economici di cui siamo testimoni (“il termine “crisi” è forse troppo riduttivo), così come rafforzata è la mia convinzione che INSIEME è una delle soluzioni imprescindibili.

Il mio desiderio è quindi di mettere a disposizione la mia esperienza ed impegno, inserendomi nel contesto di quelle attività miranti ad aggregare e fare interagire il tessuto produttivo.

Le recenti e meritorie iniziative di stato, enti e confederazioni sono certamente uno stimolo, servono ad informare ed avviare le aziende verso processi di aggregazione.

Le difficoltà sono molte e le resistenze, psicologiche e di cultura aziendale, inevitabili. Spesso le aziende sono anche frenate da legittime perplessità di natura operativa, poiché non basta voler intraprendere un nuovo corso ma occorre anche avere il tempo e/o le risorse umane per gestirlo. Purtroppo in questa fase (indispensabile e critica) difficilmente stato,enti e confederazioni possono intervenire e sostituirsi a loro nel momento del fare.

E’ quello che chiamo “l’ultimo miglio” e cioè il reale sviluppo operativo di un progetto o di un percorso d’aggregazione. Questo può essere il ruolo di professionisti come me (passatemelo) che, ognuno nel proprio ambito specialistico, siano realmente disponibili e motivati.

Sono diversi mesi che incontro, tra Como e Lecco, funzionari e responsabili di Confederazioni, Camere di Commercio, Enti. Ho partecipato a 2-3 seminari intorno al tema aggregazioni (interessante e completo quello del 23/24 Gennaio organizzato dalla Camera di Commercio di Como sulle Reti d’Impresa).

Questa è quindi la mia storia e le ragioni che mi hanno portato ad aderire al vostro gruppo, non so se e come il nostro interagire potrà creare sinergie (… noi quasi “senior” siamo dei neofiti in ambito social-networking), ma eccomi qua e quindi PARTIAMO.

Commento da Chiara Terraneo su 19 dicembre 2011 a 11:12

Una breve sintesi di quanto accaduto durante la prima videoconferenza sul tema "Reti di Impresa"

http://www.officineinnovazione.it/profiles/blogs/videoconferenza-su...

 
 
 

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora