Lilly Astore
  • Donna
  • montevecchia
  • Italia
  • Acrildesign

Amici di Lilly Astore

  • mohamed ayari
  • Rosanna Jugovac
  • mario perrone
  • Sandro Piacentini
  • Simone Ghiani
  • Ruggero Le Piane
  • Natan Edizioni
  • fiorenzo carniato
  • Maria Angelica Angelo
  • ROLANDO RIBAUDO
  • Vittorio Conte
  • angela raffaella gagliardi
  • Pavel Soloviev
  • Emanuele Massa
  • ANDREA BOTTI
 

Pagina di Lilly Astore

Informazioni sul profilo

Azienda (Company Name)
Acrildesign
Indirizzo, CAP, Città (Company Address)
via 2 giugno 58 23807 merate (lc)
Provincia Italiana o Stato Estero (Italian Province or Foreign Country)
Lecco
Partita I.V.A. (VAT Number)
03552200135
Sito Internet (Company Web Site)
http://www.acrildesign.it
Settore azienda (Industry)
Chimica Gomma e Materie plastiche (Chemicals / Rubber / Plastics)
Mercato di riferimento (Relevant Market)
Internazionale (Global Market)
Qual è la Tua funzione in azienda? (Your role in the Company)
Titolare/Amministratore/Socio (Owner / CEO)

gli artisti dell'acrilico tombstones, cubi, semisfere, piramidi, in plexi con all'interno oggetti e loghi Specialisti nelle inclusioni acriliche. L' inglobato acrilico è una forma d'arte che valorizza l'oggetto inserito e lo preserva nel tempo.La nostra azienda è in grado di inserire qualsiasi oggetto all'interno del metacrilato, abbinando anche in una varietà pressocchè infinita di forme. E' infatti possibile inglobare nel plexi i pu' svariati oggetti in: cubi, semisfere, piramidi,ecc ma anche in forme molto complesse in grado di soddisfare qualsiasi esigenza della nostra clientela...contattateci, il nostro staff sarà a Vs. disposizione per qualsiasi tipo di richiesta.

Gli inglobati acrilici son sempre stati utilizzati nel settore promozionale come regalistica di classe o per commemorare un'evento, dai Fermacarte in plexiglas, ai Tombstones, targhe ricordo di un avvenimento. La nostra azienda è in grado di realizzare l'inglobamento nel "cristallo acrilico" di qualsiasi oggetto (compatibile chimicamente con questo materiale),dai classici cubi, alle semisfere, alle piramidi ed alle più svariate forme che la vostra fantasia riuscirà ad inventare. Insieme all'oggetto è possibile inserire anche una personalizzazione a mezzo serigrafia a uno o più colori, o personalizzarlo esternamente con incisioni laser. Essendo i produttori di questi oggetti riusciamo anche a fornire alla nostra clientela il miglior rapporto tra qualità e prezzo, oltre ad un rinomato servizio ed assistenza

Le inclusioni acriliche (dette anche "Inglobati") non esauriscono le enormi possibilità di questo splendido materiale di includere al suo interno sia oggetti, ma anche colori, nanoparticelle, plastificanti, reticolanti, ecc che lo rendono un materiale "UNICO" ed insostituibile in questa nostra società supertecnologica.

Le lastre acriliche (spesso chiamate coi nomi commerciali Plexiglas©, Perspex© Lucite© Altuglas©, ecc), son da sempre state prodotte dalla nostra azienda per marchi di prestigio, per artisti e per arredamento di classe. La sempre più elevata richiesta di lastre ci ha spinto a organizzare l'azienda per farla uscire dalla fase di "campionature" a quella più "industriale", in grado di soddisfare qualsiasi richiesta nel piu' breve tempo possibile.

ACRILDESIGN srl (con gli importanti investimenti effettuati in questi ultimi mesi) può infatti vantare una produzione di 1000 mq/mese di lastre acriliche di dimensioni sino a mm 5000 x 1400.

La nostra produzione si divide attualmente in 5 settori:

- Lastre con all'interno materiali e pigmenti che richiamano i 4 elementi della natura: Terra, Acqua, Aria e Fuoco.

- Lastre con all'interno scheggie di Vetro di Murano con le numerosi varianti dell'abbinamento dei colori (i colori dei blocchi di plexi ed il colore delle scheggie di vetro di Murano).

- Lastre acriliche (di vari spessori) accoppiate con un'impiallacciatura di legno da 2 a 1 mm di spessore. Lastre di grande impatto che utilizzano un'esclusivo metodo brevettato da Acrildesign che lasciano il legno a vista da un lato per una gradevolissima esperienza tattile ed estetica. Ideale per interior design, e progetti di mobili esclusivi.

- Lastre acriliche "ESTETICHE". Questo settore spazia su una vasta gamma di effetti estetici che sfruttano l'enorme esperienza della nostra azienda nel settore "inglobati" per ottenere lastre decorative di forte impatto visivo.

- Lastre "TECNICHE". Con questo nome si intendono lastre acriliche che portano alle estremi limiti le potenzialità di questo splendido materiale. Lastre di plexi estremamente elastiche (che si piegano a freddo) o estremamente rigide con caratteristiche anti-graffio che si avvicinano al vetro.

ALCUNE NOZIONI TECNICHE SUGLI INGLOBATI IN PMMA

pmma = Poli-metacrilato di metile

Il metacrilato di metile è l'estere dell'acido metacrilico e del metanolo.

A temperatura ambiente è un liquido incolore, dall'odore caratteristico. Data la sua elevata tendenza a polimerizzare spontaneamente. Viene trasportato in fusti o cisterne con aggiunta di tracce di composti stabilizzanti (ad es. idrochinone), capaci di inibire la reazione di polimerizzazione.

Quel materiale trasparente piu' del vetro che conosciamo col nome commerciale di PLEXIGLAS- PERSPEX- LUCITE-ALTUGLAS, ecc non è altro che il MONO-mero di metacrilato di metile che passando dallo stato liquido a quello solido, forma delle molecole molto lunghe...cristallizzando con processi chimici (non termoplastici). Tante molecole singole (MONO) legandosi in tante (POLI) solidificano con un processo chiamato appunto: POLIMERIZZAZIONE. (per chi mastica un pò di chimica osservi la formula soprariportata).

Per la tecnica dell'inglobaggio occorre precisare che la partenza sono i fusti di MONOMERO (di consistenza liquida come la benzina)... ma non è utilizzabile in questa fase. Occorre farlo diventare uno sciroppo, che viene chiamato "sciroppo acrilico". Per chi ha dimestichezza con le marmellate sa che se ne possono fare di tante consistenze e densità. Anche nello sciroppo acrilico vi son molti modi con cui può essere prodotto e molti gradi di viscosità a cui si può portare. Come chi fa il vino ... per farne uno buono occorre partire si da prodotti genuini e buoni (come una buona uva) ...ma i processi di vinificazione son molto complessi e estremamente vari. Chi riesce a trovare quello che fornisce una qualità eccelsa al proprio vino, quasi sempre lo tiene segreto. Infatti questo è la base della qualità del proprio prodotto. In questi casi l'esperienza rimane l'unica risorsa insostituibile per un prodotto di alta qualità. Noi facciamo questo lavoro da quasi 30 anni e riteniamo che le centinaia di migliaia di pezzi prodotti (e non contestati) parlino più di tanti discorsi.

Chi lavora il plexi ed usa delle colle bicomponenti, sa che il plexi per passare dalla fase liquida a quella solida necessita di "catalizzatori" che facciano partire la reazione. Ve ne sono di tanti tipi ed ognuno ha un suo pro ed un contro...ma TUTTI nel tempo reagiscono con i raggi ultravioletti del sole e tendono a far ingiallire il plexi. Alcuni produttori (sapendolo) aggiungono del colore violetto alle loro lastre in modo che la componente blu del viola si leghi col giallo dell'ingiallimento dell'invecchiamento del plexi formando il colore VERDE, che si lega con la componente rossa del viola aggiunto formando un colore grigio. Con questo sistema le lastre non ingialliscono...ma "ingrigiscono". C'è un solo metodo per evitare questo problema...NON AGGIUNGERE CATALIZZATORI.

Riprendendo l'esempio del vinello "buono" ..sappiamo che chi vuole la qualità non aggiunge metanolo o zucchero o altri prodotti di sosfisticazione alimentare. Similmente noi, nei nostri inglobati non inseriamo alcun tipo di catalizzatore. Poichè il monomero di metacrilato è molto sensibile alla temperatura, il processo di cristallizzazione si innesca da solo con l'aumento della temperatura ( a volte basta lasciarlo esposto ai raggi del sole). Ma a questo punto interviene un'altro fattore, la pessima conducibilità termica del metacrilato. Una volta che il processo di polimerizzazione si innesca emana una quantità elevata di calore, come tutte le reazioni esotermiche. Si è calcolato sia di circa 130 calorie per grammo. Una massa di decine di chili sprigiona decine di migliaia di calorie..e lo fa in un arco di tempo molto breve. La pessima conducibilità termica del Plexi fa sì che il calore che si forma all'interno della massa non si disperde e supera il punto in cui il monomero ancora liquido comincia a bollire...mentre il resto cristalizza. Risultato ? una bellissima lastra di plexi con tante ma tante BOLLE !!!

Qua interviene l'esperienza che fa si che ogni prodotto (cubo, semisfera o piramide) abbia una propria massa che richiede un suo ciclo di polimerizzazione e la sua temperatura di innesco che va controllata per evitare che il tutto vada in ebollizione. Ma gli inglobati son molto peggio di una "semplice" lastra di plexi. Infatti ai problemi del calore della polimerizzazione vanno aggiunti i problemi che hanno i singoli oggetti da inserire al suo interno. Lo zucchero caramella col calore, la carta si bagna, le vernici si sciolgono, il sughero rilascia sostanze che impediscono la polimerizzazione, i grossi oggetti di metallo possono far crepare il plexi, le sostanze vegetali "cuociono", ecc, ecc, ecc. Per questo motivo chiediamo su materiali non da noi forniti la necessità di effettuare sempre delle prove prima di iniziare una qualsiasi produzione.

TECNICHE DI COLAGGIO

Diciamo che siamo riusciti a risolvere tutti i problemi inerenti alla polimerizzazione del plexi e ai tantissimi problemi dei materiali che ci hanno fornito i clienti da inglobare. Similmente all'acqua che se si mette in un surgelatore solidifica in un bel blocco di ghiaccio...così noi abbiamo ottenuto un prisma di plexi senza bolle ...ma adesso dobbiamo lavorarlo per ottenere un oggetto "vendibile". Ebbene come per l'acqua vi sono sostanzialmente due metodi:

1- Realizzare un bel "blocco" di plexi con all'interno tanti oggetti..e poi prendere una specie di sega a nastro e tagliare il blocco in pezzi singoli.

2 - Colare addirittura in stampi singoli che consentono l'ottenimento di un pezzo dalla forma già data dallo stampo, abbattendo i costi di lavorazione e finitura...si ma in che tipo di stampi colare ?

Sembrerebbe assurdo, ma vi son aziende specializzate nel settore "inglobati acrilici" da decenni che colano in stampi di CARTONE...il quale si attacca al plexi e va eliminato carteggiandolo.

alleghiamo un video molto istruttivo : CANADA

oppure questo di un noto Artista francese : Enric Bossard che fa realizzare le sue sculture in blocchi lavorati da un'azienda francese...col sistema della sega circolare.

La nostra ditta ha superato da anni questa fase riuscendo ad ottenere oggetti molto complessi utilizzando stampi molto semplici e poco costosi. Un esempio per tutti: questo mezzo cubo è possibile realizzarlo con stampi di cartone? o con le tecniche mostrate nei due video di prima ?

VIDEO ARTISTICI

un elenco di video sulle possibilità espressive artistiche di questo splendido materiale.

SCULTURA 1

FULMINI 1

FULMINI 2

Immagini di Lilly Astore

Spazio commenti (3 commenti)

Devi essere un membro di Officine Italiane Innovazione per aggiungere commenti!

Partecipa a Officine Italiane Innovazione

Alle 20:14 del 23 Giugno 2014, Bledi S ha detto...

ciao Lilly  ho creato un muovo gruppo

"Fare bisness in Albani ora conviene 

.se ti fa piacere unisciti ..lo trovi anche sul mio profilo .grazie 

Alle 12:40 del 17 Gennaio 2014, Hussein Abdulsalam ha detto...

Scrivimi a l'indrizzo email seguente :

developersinternational.invest@gmail.com

Ciao

Alle 15:35 del 29 Settembre 2013, ottavio cozza ha detto...
anche la tua attivita' e' estremamente interessante, spero che ci sara' modo di collaborare...buon lavoro, a presto.
 
 
 

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora