COME RIDEFINIRE L'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE? - 4) Il caso ICMI - Conclusione

I contributi di questa settimana sono ad opera di Gaetano Comandatore, che ringraziamo per aver messo a disposizione di tutti la sua esperienza nella consulenza organizzativa e gestionale.

 

Ecco la seconda parte dell'intervista ai titolari della ICMI, che spiegano i passi che li hanno portati a ridefinire la loro organizzazione aziendale.

 

 

 

 

Nel caso della ICMI l’utilizzo del DFD ha consentito di far emergere la linearità delle operazioni produttive e di distinguere la struttura organizzativa (intesa come la responsabilità delle proprie azioni e di quelle dei nostri collaboratori) dal flusso informativo (ovvero le informazioni tecniche necessarie a svolgere le singole fasi produttive). È stato un passaggio fondamentale che ha portato alla costituzione dell’ufficio produzione (UPR).

 

L’Ufficio di Produzione, in staff al Responsabile di Officina (ROF) e quindi gerarchicamente ad esso sottoposto, è il luogo dove sono analizzati e risolti gli aspetti tecnici della produzione. Il ROF, invece, è la persona preposta a gestire il personale affinché quanto “messo su carta” dall’UPR sia realizzato: è lui che deve decidere chi e quando deve fare una determinata attività.

 

Come si vede sono due ruoli ben distinti, che richiedono skill professionali e caratteristiche di leadership completamente diverse e che ben si adattano alle due figure presenti in azienda. Il passaggio dell’informazione avviene in due modi:

 

  • con la riunione di inizio commessa a cui partecipano l’Imprenditore (ufficio Commerciale), ROF, UPR e Fabio nella veste di ufficio acquisti / gestore dell’anagrafica delle commesse / addetto all’ufficio commerciale
  • durante la realizzazione della commessa, in pieno rispetto della filosofia “lean”, UPR incontra ROF o insieme si trovano con l’operaio per scambiarsi le informazioni “spicciole”.

Visualizzazioni: 130

Commento da David Bracciale su 16 Giugno 2011 a 16:32

Buonasera,

ho visto il video e il mansionario che avete fatto firmare ai collabotratori mi ha fatto accendere la lampadina!domanda : cosa succede a chi  ha la responsabilità di un processo qualsiasi che non esegue i vari controlli e addirittura il prodotto torna indietro dal cliente?

sono curioso della risposta

David  

Commento da Gaetano Comandatore su 16 Giugno 2011 a 19:57

Sebbene l'azienda al momento non sia certificata ISO 9001, sono a conoscenza solo di un caso di reso da parte del cliente e si tratta di una caso molto particolare in cui il prodotto era di fatto un prototipo realizzato con delle specifiche che si sono dimostrate incomplete e l'esperienza ha consentito alle parti di correggere le specifiche e il processo di produzione e controllo.

Non credo, comunque, sia possibile dare una risposta univoca alla domanda posta... dipende da quali sono le cause che hanno portato il "dipendente" a non eseguire i controlli ...

  • se si tratta di "indolenza" dimostrabile, ritengo che una bella lettera di richiamo non guasti. I mansionari, in questo caso, agevolano l'identificazione del responsabile ma non garantiscono che siano realizzati appieno ... per questo è necessario lavorare "sulle persone" tutti i giorni di tutte le settimane di tutti i mesi ...
  • se si tratta di imperizia dovuta a scarso addestramento (situazione nuova o rara) si procederà ad un ripasso/formazione del dipendente e ad una sensibilizzazione su quanto successo di tutte le persone che avrebbero potuto accorgersi della non conformità
  • se si tratta di un errore dovuto ad una serie di concomitanze (carico di lavoro, assenze per malattia, ecc.) si valuterà se la situazione e, se si può ripresentare, si cercherà di trovare una soluzione "di metodo".
  • ...
Spero che la risposta non sembri troppo evasiva ... ma ritengo che il reso da parte di un cliente sia la classica "eccezione" in cui i manager devono intervenire e decidere in base alle singole situazioni, pensare ad una "procedura" per le eccezioni in senso lato è una contraddizioni in termini (in linea con quanto indicato nel post di martedì)

Commento

Devi essere membro di Officine Italiane Innovazione per aggiungere commenti!

Partecipa a Officine Italiane Innovazione

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora