COMPRARE VENDENDO: LO SCAMBIO NEL XXI° SECOLO – 2) Ma come funziona nella pratica?

Ieri abbiamo visto ed ascoltato l’ing. Bilucaglia che ha introdotto il tema dello scambio fra imprese. Il sasso è caduto in piccionaia: molte le reazioni, per lo più critiche.

Per questo oggi giriamo qualche domanda – non tutte -  al Direttore Marketing e Comunicazione della VisioTrade SpA, il dott. Mario Bonelli.


Mario, ci puoi raccontare in breve come funziona il sistema dello scambio?

Direi che è molto semplice; l’azienda che intende entrare nel nostro circuito ottiene una vera e propria linea di credito da spendere nel network. Un plafond di spesa, relazionato alla capacità imprenditoriale e produttiva dell’impresa, che le viene affidato all’atto dell’adesione al network (previa analisi). Credito immediatamente utilizzabile per acquisire beni o servizi all’interno del network

 

Ci chiarisci con un esempio pratico?

 

Certo: un’impresa che progetta e fabbrica infissi, membro del network, decide di acquistare un furgone del valore di 30.000 euro. Prima di spendere il proprio cash contatta il suo Trader e gli formula la richiesta specificando le caratteristiche del furgone. Il Trader effettua una ricerca sul Commerce Network contattando i potenziali fornitori i quali gli sottopongono alcune offerte (mediamente una decina) che a sua volta gira all’impresa. L’impresa accetta una delle offerte dal valore di 28.500 Euro Crediti, i quali vengono defalcati dal suo “conto corrente in Euro Crediti”. VisioTrade si impegna a trovare uno o più membri che abbiano bisogno di infissi, con le medesime modalità seguite per l'acquisto del furgone e procaccerà vendite per l’impresa finché essa non avrà ripianato il proprio debito di 28.500 Euro Crediti. In questo modo l’Impresa ha risparmiato il cash, aumentato il giro d’affari e pagato il furgone con crediti generati dal proprio lavoro e dal proprio prodotto.

Da un punto di vista fiscale e contabile, di pagamento IVA e quant’altro, cosa succede?

In contabilità verrà registrata una regolare fattura di acquisto del controvalore in Euro con la dicitura "Pagamento a mezzo VisioTrade", ovvero senza che mai debba essere saldata in Euro. Tutta la normativa dell’operazione, che in termine tecnico si definisce “scambio in compensazione”, è regolata dalle norme del Codice Civile all’articolo1552 e seguenti e da alcuni DPR che ne definiscono gli aspetti fiscali.

Nelle tue risposte ci hai parlato del trader VisioTrade. Ci spieghi di che si tratta?

Si, scusa, lo davo per scontato. Se ne era parlato già nella video intervista. VisioTrade non si limita a mettere a disposizione la piattaforma per le transazioni, ma cerca di favorire l’incrocio fra domanda ed offerta di beni e servizi fra i soci. Ci guadagnano loro…e ci guadagnamo anche noi.

Visto così, il sistema sembra proprio win-win.

Visualizzazioni: 430

Commento

Devi essere membro di Officine Italiane Innovazione per aggiungere commenti!

Partecipa a Officine Italiane Innovazione

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora