COMPRARE VENDENDO: LO SCAMBIO NEL XXI° SECOLO – 4) Quali sono i vantaggi del baratto?

Il dibattito sul baratto si è acceso, abbiamo avuto pareri discordi. E’ tutta la settimana che ne parliamo, abbiamo anche imparato a chiamarlo con il nome corretto: scambio in compensazione. Proseguiamo l’intervista con Mario Bonelli, Direttore Marketing e Comunicazione di VisioTrade SpA, perché abbiamo ancora alcuni temi da approfondire.

Mario,facciamo la lista dei vantaggi per una azienda che entra in un circuito di Barter?

Lo scambio di beni al posto dello scambio di denaro (con fatturazione in compensazione) aiuta a preservare il cash, aumenta la possibilità di vendita (in quanto non richiede esborsi ma soltanto pagamento di forniture contro prodotti) e ha effetti benefici sui bilanci delle Società.

Chi aderisce a questo mercato privato acquisisce, così, un’importante leva imprenditoriale che aiuta a vincere la sfida della concorrenza, grazie al fatto di poter sostenere i propri costi aziendali pagandoli con il proprio prodotto o servizio. Inoltre:

-       aumenta le proprie vendite e allarga il proprio parco clienti, perché supera immediatamente i problemi di liquidità che affliggono il mercato e si trova ad operare all’interno di una rete di imprese in continua crescita che comprano preferibilmente ove egli vende,

-       evita il rischio commerciale della vendita in quanto il pagamento è garantito dal fatto che solo chi ha crediti può acquistare all’interno della rete e il pagamento avviene all’ordine,

-       migliora il turn-over del magazzino limitando il fenomeno dell’obsolescenza dei prodotti,

-       riduce le esposizioni debitorie nei confronti dei fornitori in quanto avrà interesse ad acquistare i prodotti di cui ha bisogno all’interno della rete,

-       garantisce una maggiore marginalità alle vendite, in quanto esce immediatamente dalla logica della “scontistica” all’ultimo centesimo, pur di vendere,

-       aumenta la produttività. Si è stimato, infatti, che questo aumento, relazionato alla tipologia di azienda aderente, oscilli tra il 10% e 30% e questo mantenendo inalterata l'organizzazione e i costi.

 

Ma a fronte di questi indubbi vantaggi, non esiste in parallelo il rischio che chi vende gonfi i prezzi dei propri prodotti?

 

Non diversamente dal mercato tradizionale, che tende ad autoregolamentarsi attraverso i meccanismi della concorrenza, il Commerce Network funziona nello stesso modo ma promuove una concorrenza ancora più “virtuosa” in quanto i membri pagano gli altri con il proprio lavoro. Sfuggendo, in parte, alle logiche del costo del denaro.

 

Ok alle regole del mercato, ma voi intervenite in qualche modo?

 

Vedi, l’intervento indiretto esiste. Nell’esempio che ti ho fatto l’altro giorno dell’azienda che era interessata all’acquisto di un furgone, quando il nostro trader presenta più preventivi diversi, il meccanismo concorrenziale è assicurato.

 

Un’ultima domanda per concludere. Ci dici qualcosa sui costi di adesione al circuito? Qual è la logica del pricing?

 

La logica è duplice: da un lato si paga un canone di ingresso, differenziato secondo il plafond di spesa più adatto alle proprie esigenze; poi per ogni transazione effettuata si paga una fee, differenziata se l’operazione avviene in acquisto o in vendita. Ma come ogni bravo uomo di mercato sa bene, il problema non è quanto un servizio mi costa, ma quanto mi permette di guadagnare.

Visualizzazioni: 126

Commento

Devi essere membro di Officine Italiane Innovazione per aggiungere commenti!

Partecipa a Officine Italiane Innovazione

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora