Il tema della settimana: come allearsi per generare soluzioni sorprendenti?

A chi di noi non è capitato di cercare su internet un volo low cost per Roma, oppure informazioni su una autovettura che ci interessava? Indipendentemente dall’esito della nostra ricerca, cosa è magicamente successo nei giorni seguenti quanto abbiamo acceso il computer? Sorpresa!! Qualche azienda ha cominciato ad offrirci tramite propri banner esattamente quel tipo di vettura, oppure voli per la destinazione di nostro interesse.

Al di là di qualche legittimo dubbio sulla nostra privacy, lo stupore per un servizio quasi su misura si impone da sè.

 

Ma  saper offrire una “soluzione sorprendente” nasce sempre di meno nel chiuso della nostra impresa e sempre di più da un approccio aperto alla collaborazione fra più aziende. Una collaborazione che può avvenire fra attori tra loro complementari, ma anche, paradossalmente, fra aziende potenzialmente concorrenti tra di loro.

Facciamo due esempi per entrare nel merito.

 

Tutti  noi conosciamo Facebook come social network rivolto in primo luogo al dialogo fra i giovani. Oggi però non è solo più questo. Recentemente è stata lanciata anche in Italia Facebook Deals, piattaforma per offerte commerciali. Ecco come funziona: gli operatori economici inseriscono le proprie offerte e promozioni sul social network; coloro che hanno attivato la funzione “luoghi” di Facebook sul proprio cellulare, ricevono in tempo reale le informazioni sulle offerte degli esercenti che si trovano nelle immediate vicinanze. Accettando l’offerta, si attiva automaticamente il passaparola verso la comunità dei propri amici, i quali vengono così informati dell’esistenza dell’offerta.

Per la realizzazione di questa sorprendente soluzione sono intervenuti diversi attori: i gestori mobili per rendere disponibile la funzione di geolocalizzazione, Benetton, AC Milan e Poste Italiane per dare il là all’operazione, diversi esercizi commerciali entrati gratuitamente nella fase sperimentale del servizio, e naturalmente Facebook Italia. E questo dovrebbe essere solo l’inizio, perchè l’obiettivo finale consiste nel lanciare la nuova moneta elettronica su Facebook chiamata Credits.

 

Il secondo esempio, che vede alleate realtà fra loro concorrenti è Trivago. Si tratta di un network di Agenzie di Viaggio su scala mondiale che, invece di farsi la guerra hanno preferito mettere in comune le disponibilità alberghiere di ciascuno, rendendo trasparenti i prezzi e permettendo la prenotazione on line. Per l’utente finale questo servizio permette di spuntare il miglior prezzo in assoluto. E per le Agenzie? Le camere d’albergo sono beni altamente deperibili, molto di più rispetto alla verdura che troviamo al mercato. Passata la mezzanotte, la camera rimasta invenduta ha valore zero; meglio dunque cederla ad un prezzo magari basso, ma superiore allo zero. Il sistema così concepito permette di allargare il mercato, in quanto coloro che avrebbero magari rinunciato al viaggio, oppure che avrebbero optato per soluzioni extra-alberghiere, trovano soddisfazione ed acquistano al miglior prezzo tramite il servizio.

 

Mettere insieme competenze complementari oppure cercare alleanze fra operatori dello stesso settore, costituisce un indubbio vantaggio; ed è un vantaggio per tutti. Internet ha accelerato il processo, ha reso più agevole la ricerca di queste alleanze, giocando fra l’altro su un importante elemento: la fiducia. I clienti parlano fra loro, si danno consigli e giudicano i servizi offerti dalle aziende. Questo è un importantissimo elemento di cui tenere conto nel modo di essere presenti e di proporsi al mercato.

E poi, se Facebook offre la possibilità di allargare il proprio mercato, perché non provare ad approfittarne da subito?

 

Per cominciare a riflettere su questi temi, vi invitiamo anche a guardare il video di questa settimana. Se poi vorrete raccontarci le Vostre esperienze su come avete trovato soluzioni innovative per i vostri clienti, questo vi aiuterà a prendere consapevolezza delle vostre abilità, ed andrà a beneficio di tutta la community.

 

Buon inizio di settimana a tutti.

Visualizzazioni: 244

Commento da Franco Mercalli su 15 Marzo 2011 a 8:39

Carlo,

In merito alla tua riflessione "Le camere d’albergo sono beni altamente deperibili, molto di più rispetto alla verdura che troviamo al mercato. Passata la mezzanotte, la camera rimasta invenduta ha valore zero".

Qui c'è la descrizione di una iniziativa della compagnia aerea JetBlue, che per affrontare in modo nuovo questo problema, un paio di anni fa ha provato a vendere bigietti e pacchetti turistici sul sito di aste elettroniche eBay, partendo dal un'offerta di un centesimo!

Commento

Devi essere membro di Officine Italiane Innovazione per aggiungere commenti!

Partecipa a Officine Italiane Innovazione

 


© 2011 Creato daa KNOW NET S.r.l. — P.IVA 02932470137.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Attenzione!

I Forum sono stati creati per discutere argomenti di interesse comune tra i membri di Officine Italiane Innovazione.

Essi non sono appropriati per la diffusione di iniziative o proposte.

Per promuovere le Tue iniziative utilizza Bacheca Business Plus: solo così i Tuoi annunci verranno visualizzati in prima pagina e inoltrati a oltre 13.000 imprenditori.

Non ora